Gianfreda: "Un nuovo slogan: Ciro e la pesa pubblica"

Quasi come la Salerno-Reggio Calabria. Si, nel nostro piccolo non ci facciamo mancare nulla, anche Noi a Grottaglie, abbiamo una Opera incompleta, simbolo dello spreco di denaro pubblico. Opera che non vedrà mai la sua ultimazione, per lo scopo e per l'utilità per cui tantissimo tempo fa era stata programmata.

Se consideriamo che al Comune di Grottaglie con delibera di G.R. n.1246 del 23.12.2002 nell'ambito dei Patti Territoriali per l'Agricoltura, oltre 13 anni fa, furono assegnati dalla Regione Puglia 2.060.663,036€ a cui si sono sommati in cofinanziamento € 389.336,07, queste ultime somme reperite grazie ad un mutuo della Cassa DD.PP acceso dal nostro Comune. Opera che programmata nel lontano 2002 sarebbe dovuta costare complessivamente € 2.450.000,00, per realizzare una Palazzina Uffici, un Capannone con attrezzature interne per la lavorazione e la conservazione della frutta, la sistemazione esterna con Piazzali di arrivo, sosta e ripartenza delle merci.


Dopo uno strepitoso ribasso di oltre 850.000,00 € il lavori iniziarono il 3.11.2008 , con ultimazione fissati al 3.11.2010. In data 25.10.2010 i lavori vengono sospesi e mai ripresi. Nasce un lungo contenzioso con la ditta aggiudicatrice dei lavori e l'Amministrazione Comunale con atto n. 264 del 23.12.2010 ai sensi dell'ex art. 136 D.L.gs 163/2006 per gravi inadempienze contrattuali risolve il contratto con la ditta appaltatrice. Dopo quasi un anno e precisamente il 29.11.2011 la Giunta Alabrese con D.G.C. n. 264, approvata la contabilità finale dei lavori eseguiti fino al 25 ottobre 2010, si è riservata con separato provvedimento l'approvazione della Perizia dei Lavori residui di completamento.

Nello stesso atto il Sindaco Alabrese e la sua Giunta prendono atto che le risorse economiche residuanti a seguito dell'approvazione dell'atto di collaudo sono pari a complessive € 1.074.168,50 (di cui € 836.436,96 a valere sulle risorse della Regione ed € 237.731,60 a valere sul mutuo della Cassa DD.PP.), di fatto insufficienti a completare tutti gli interventi previsti nell'originario progetto. Dopo fiumi di parole, Consigli Comunali Monotematici e non, alla presenza di comparsate e di Sindacati amici di consiglieri comunali eletti nelle fila della stessa maggioranza di centro sinistra, che nulla fanno non contribuendo in termini di idee, reperimento di risorse e finanziamenti necessari per risolvere veramente il problema del Centro Servizi per l'Agricoltura di Grottaglie, ormai opera relegata a Cattedrale nel deserto in completo abbandono e al degrado del tempo.

Il Sindaco Alabrese alla vigilia delle elezioni si sveglia e cosa si inventa? Dà mandato al settore LL.PP di preparare un progetto di completamento che preveda a suo dire , quanto di seguito riportato :

"relativamente al progetto dei "Lavori di completamento del Centro Servizi per l'Agricoltura" di optare per una soluzione che, nei limiti delle risorse economiche residue e concretamente utilizzabili, pari a complessive € 1.074.168,50 (di cui € 836.436,96 a valere sulle risorse della Regione ed € 237.731,60 a valere sul mutuo della Cassa DD.PP.), possa assicurare la realizzazione delle sole opere di recinzione, guardiola e bilico e di sistemazione esterna, e ciò al fine di garantire la fruibilità da parte degli utenti almeno delle sopra dette infrastrutture".

In pratica, un piazzale recintato e una pesa pubblica, come se a Grottaglie mancassero i bilici di questo tipo e fosse il problema principale degli agricoltori Grottagliesi. In pratica sperperare un altro milione di euro di soldi pubblici. Vi sembra normale? A me certamente no.

Sindaco è mai possibile che la colpa è sempre del patto di stabilità, del Governo Centrale, in pratica degli altri e mai della sua Giunta? E i due milioni circa che avanziamo dalla discarica ecolevante da quasi un anno che fine hanno fatto?

E' mai possibile che nelle pieghe del nostro Bilancio Comunale non è possibile trovare almeno un'altro milione di euro da aggiungere al 1.074.168,50€ di residui della precedente gara, per completare solo il capannone, già realizzato al rustico e metterlo a disposizione dei nostri agricoltori, i quali ne hanno assolutamente bisogno per conservare l'uva già lavorata e non sottostare ai ricatti dei grossi commercianti che fanno cartello abbassando i prezzi del prodotto in campagna? E' mai possibile che con i soldi rimasti 1.074.168,50€ non si può almeno completare il lotto funzionale della Palazzina Uffici, anch'essa in stato di abbandono e al rustico? Non lo dico io, ma lo ha detto il Direttore dei lavori in una sua Relazione che è possibile farlo. In questo modo almeno completando la Palazzina Uffici potremmo assegnarla sempre attraverso bando pubblico, a un consorzio costituito ad esempio , tra Università, grosse confederazioni di rappresentanza degli agricoltori, o a consorzi di produttori, in modo che anche a Grottaglie si incominci a fornire ai nostri agricoltori, informazioni e servizi utili che vanno dalla Ricerca, Sviluppo e Commercializzazione dei principali prodotti agricoli presenti sul nostro territorio. Questo a mio parere sono interventi utili a servizio del comparto Agricolo Locale e Provinciale e non certamente la realizzazione di una recinzione, una pesa pubblica e un enorme parcheggio con due cattedrali nel deserto nel mezzo, in stato di abbandono e che nessuno mai utilizzerà, specie se lei continua con questo suo disinteressamento verso questa strutture e verso l'intero comparto agricolo grottagliese.

Complimenti Sindaco, gli Agricoltori Grottagliesi la ringrazieranno per il suo vivo interessamento attraverso la realizzazione di una pesa pubblica a Pagamento si intende. Mi viene da chiederle? Chi si alzerà la mattina alle quattro tra gli Assessori per far pesare i camion dell'uva di Grottaglie? Quanto ci costerà la gestione di questa pesa pubblica e di tutta questa incompiuta?

"Ciro e la pesa pubblica" ci mancava proprio questo Slogan elettorale 2016-2021.

Poveri agricoltori Grottagliesi in che mani di Amministratori sono capitati !!!!!!

Carmelo Antonazzo

Nel tempo dell'inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario.

Email: [email protected]

Galleria immagini

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up