Stefàno (PD): Ripartiamo dalla Puglia per un'Italia più verde

Arriva il monito del senatore Stefàno sulle ultime scelte ambientalistiche del Governo italiano in Puglia. L'invito del senatore è quello di essere coesi insieme alla Regione Puglia per capovolgere le decisioni del Governo.

"I Pugliesi hanno imparato da tempo ad essere vigili sentinelle e custodi dello straordinario patrimonio e delle infinite risorse di una delle belle terre d'Italia e del Mondo. Lo dimostrano la determinazione nelle battaglie che riguardano l'ambiente e la salute, il loro forte desiderio di un ritorno alla "terra" e la propensione a forme di sviluppo alternative. Ma gli ultimi interventi del Governo nazionale, purtroppo, stanno tentando di annullare lo spirito e la sensibilità che qui abbiamo sempre di più maturato e manifestato nei confronti del nostro territorio e delle sue bellezze"

Segue un'apprezzamento allo spirito ambientalistico del popolo pugliese (già troppe volte provato dalle scelte sbagliate del Governo centrale) e alle decisioni prese in merito dal nuovo Governatore Emiliano.

"Non posso che apprezzare la scelta della Regione Puglia di ricorrere al Tar Lazio per fermare le trivelle nel nostro mare e non posso che ribadire la mia piena disponibilità a sostenere la battaglia per cercare un'alternativa all'approdo della Tap a San Foca. Quelle di Roma sono scelte insensate, fuori traccia, e non si può pensare di assumere decisioni sulla testa dei territori e dei cittadini quando si parla del loro futuro. Dobbiamo assolutamente impedirlo".

Stefàno termina, quinidi, con un appello a tutti i cittadini publiesi e i loro amministratori affinchè, come lo stesso Papa Francesco ha più volte ribadito, tutti si impegnino ad essere sentinelle e custodi del proprio territorio che ci è stato lasciato in eredità per preservarlo e custodirlo.

"Il nostro compito è essere reali custodi di un patrimonio di cui, è bene ricordarlo, non siamo i titolari. Lo abbiamo ereditato e dobbiamo difenderlo per consegnarlo ai nostri figli. Non si tratta di una battaglia ideologica ma un futuro verde è l'unico possibile. Lo ha detto anche Papa Francesco in uno dei documenti più attesi, la sua Enciclica. Bergoglio è un uomo che viene dal Sud del Mondo, e del Sud conosce molto bene le condanne, le prevaricazioni subite continuamente ma anche le potenzialità, le capacità di risorgere e la voglia di riscatto. La Puglia è considerata da tutti una terra di avanguardie, sento di volerlo ricordare al nuovo Presidente Emiliano, e proprio da qui, da Sud  io immagino possa partire al più presto una "riscossa verde", una nuova cultura della difesa dell'ambiente in grado di irrorare l'intero Paese con un sentimento positivo di attaccamento alla "casa comune" e di salvaguardia della bellezza della natura. Abbiamo le carte in regola per farlo e la voce di Papa Francesco ci può dare ancora più coraggio".

Ultima modifica ilDomenica, 21 Giugno 2015 13:53
Vincenzo Quaranta

Editore del portale di informazione online Grottaglie24.it

Umiltà, quella bassa, dolce radice, dalla quale tutte le virtù celestiali hanno origine.

Tommaso Moro

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up