Roberto Speranza e Michele Pelillo a sostegno della candidatura di Michele Mazzarano

«A quindici giorni dalle elezioni regionali dobbiamo far comprendere l'importanza del voto. C'è molta stanchezza ed è cresciuto tra la gente un sentimento di disillusione, di distacco e a volte di disprezzo per la politica. A chi non ha intenzione di andare a votare, dobbiamo spiegare che quella non è la via più giusta, ma può essere quella più sbagliata. È più importante avere un atteggiamento critico, esigente attento e non passivo che costringa, chi viene eletto a rappresentare un territorio, di farlo ponendo attenzione ai sentimenti profondi della società».

Ha esordito con un appello al voto, il consigliere regionale del Pd Michele Mazzarano, aprendo il comizio tenutosi ieri sera in piazza Vittorio Emanuele a Massafra. Un comizio molto partecipato al quale hanno preso parte l'on. Michele Pelillo e l'on. Roberto Speranza.

«Non dobbiamo commettere – ha detto Mazzarano - l'errore di pensare che in questo momento il modo migliore per farsi ascoltare è quello di non andare a votare o di sprecare il nostro voto. Abbiamo la necessità di comprendere che questo territorio vive un momento complicatissimo. Un momento in cui, però, da una grave crisi può nascere un'opportunità».

Mazzarano ha ricordato che dopo decenni di abbandono, solo tre anni fa Taranto è stata portata all'attenzione dell'Italia intera, con un'azione extra politica che ha portato all'attenzione della Nazione un grande problema: due diritti straordinari per la vita dell'uomo, il lavoro e la salute, sono entrati irrimediabilmente in conflitto.

«Oggi – ha evidenziato il consigliere - grazie all'azione del Governo, Taranto è stata collocato tra le priorità nazionali».

Non poteva mancare un passaggio ai dieci anni di governo del centro sinistra in Puglia. Dieci anni in cui è cambiata la faccia di una regione che oggi si distingue nel panorama internazionale per le sue peculiarità. Tante le criticità da affrontare, ma tante le potenzialità da sviluppare.

«Sarà possibile fare tutto questo – ha concluso il candidato del Pd – se a rappresentare le istanze del nostro territorio, ci saranno uomini e donne autorevoli che, ognuno nella propria posizione, farà la sua parte. E se ognuno di noi ci metterà del suo, verrà fuori un'opera corale che potrà servire realmente ad aprire una stazione nuova».

A sostegno della candidatura di Mazzarano gli interventi dell'on. Pelillo e dell'on. Speranza.

«Nelle prossime settimane – ha detto Pelillo – saranno spesi, all'interno dell'Ilva, un miliardo e mezzo di euro per ambientalizzare, finalmente, la grande industria e per provare a vincere questa scommessa. Probabilmente, forse solo fra qualche mese, definiremo insieme il 2015 come un passaggio epocale per questo territorio. Il nostro partito si è accollato l'intera responsabilità di questa scommessa. È stata l'unica forza politica che ha proposto un'idea e suggerito un progetto, riuscendo ad influenzare i decisori nazionali. Ora il Partito Democratico di Taranto ha bisogno di forza e di sostegno per reggere la sfida che ha accettato. In questo progetto abbiamo la necessità di valorizzare le esperienze migliori. E Michele Mazzarano è l'esperienza migliore».

«Qui mi sento a casa – ha detto Roberto Speranza – per molti motivi: in primis perché sono orgoglioso di poter dire in questo comizio di voler sostenere un grande amico, una persona per ben e seria qual è Michele Mazzarano. Le parole che avete ascoltato stasera (ieri per chi legge, ndr), sono le parole del Sud che io voglio rappresentare e costruire, cioè di un Sud che coltiva virtù anti eroiche. Da qui dobbiamo ripartire. Abbiamo bisogno di una politica che si riappropri di persone serie che dalla mattina alla sera fanno il loro dovere; abbiamo bisogno di umiltà e coraggio. Si può sbagliare, ma sbaglia solo chi non fa. Il Pd e la politica hanno senso solo se danno risposte. Da solo non può farcela nessuno a cambiare le cose. Sono convinto che tutti insieme si possa far tornare a camminare un grande progetto politico. Per fare questo, abbiamo bisogno che nei momenti decisivi, la collettività possa scegliere le persone giuste. E Michele Mazzarano è un uomo di grande personalità che può rappresentare non solo Taranto, non solo la Puglia, ma quella grande sfida nazionale che sta sotto la bellissima bandiera del Partito Democratico».

Ultima modifica ilMercoledì, 20 Maggio 2015 13:01
Carmelo Antonazzo

Nel tempo dell'inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario.

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up