Santoro (Pd): “Taranto sempre piu' isolata. Adesso Minervini apra un tavolo tra Governo e Trenitalia."

 

Resta di stretta attualità nell'agenda politica del Partito Democratico l'isolamento sempre più marcato che caratterizza i collegamenti di Trenitalia in Provincia di Taranto.
Sull'argomento torna Luciano Santoro, capogruppo del Pd alla Provincia di Taranto.
 
"Non siamo per nulla soddisfatti - sostiene Santoro - dell’incontro tenutosi mercoledì 23 novembre scorso tra l’assessore regionale ai Trasporti, Guglielmo Minervini, e il Direttore del dipartimento per i Treni di lunga percorrenza della società Trenitalia dott. Gianfranco Battisti. Anzi, siamo molto preoccupati per l’esito delle proposte emerse e, a questo punto, chiediamo a Minervini che si apra un tavolo Stato-Regione per l’emergenza mobilità ferrotranviaria di Taranto. Questo per evitare che il 12 dicembre prossimo le scelte già operate dalle Ferrovie dello Stato diventino operative, compromettendo irreversibilmente il diritto alla mobilità dei tarantini, in uno scenario che vede, come dannoso epilogo, la chiusura della stazione di Terra Ionica.
La nostra è una proposta chiara e semplice, frutto dell’iniziativa svolta nelle settimane scorse dal gruppo provinciale del PD e dal Presidente Florido, il quale - di concerto con i 29 sindaci dei comuni della provincia, le forze sociali, a partire dai sindacati di categoria CGIL CISL E UIL, e il parlamentare jonico del PD Ludovico Vico - ha avanzato una richiesta di incontro presso il Ministero dei Trasporti il 15 novembre scorso, che, da una parte la crisi di Governo, e dall’altra la stessa iniziativa di Minervini, avevano consigliato di rinviare.
La proposta condivisa dal territorio, sollecitava il reintegro della composizione inter city della notte, linea Reggio-Taranto-Milano, il ripristino della Catanzaro-Torino e dell’Espresso giornaliero Lecce-Brindisi-Taranto-Roma; la conferma dell’Eurostar city Taranto-Milano e dell’inter city Crotone-Taranto-Milano.
Inoltre, occorre rinnovare le vetture di 1° classe sui treni notturni della tratta adriatica, intervenire per ripristinare e manutenere la stazione jonica, dove gravi segni di abbandono e degrado sono rinvenibili nelle sale d’attesa, e dove occorre intervenire abbattendo le barriere architettoniche presenti, prevedendo l’adeguamento dell’ascensore per i disabili. Inoltre, per una maggiore sicurezza dei viaggiatori, è necessario risistemare il piazzale esterno con l’annesso posto di polizia municipale.
Se, a breve, non ci saranno adeguate risposte - conclude il capogruppo del Pd alla Provincia di Taranto - proporremmo all'intero territorio di riprendere la mobilitazione per affermare il nostro legittimo diritto alla mobilità che, se queste scelte fossero confermate, ci verrebbe di fatto negato."
Ultima modifica ilVenerdì, 25 Novembre 2011 16:26
Redazione

La Redazione di Grottaglie 24: un team affiatato di giovani, in continuo movimento e sempre alla ricerca di nuove risorse. Notizie, eventi, community e tanto altro ancora.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up