Garanzia Giovani: un'opportunità di sviluppo per il territorio grottagliese

L'Amministrazione Comunale di Grottaglie e la CGIL di Taranto organizzano oggi alle ore 17:30 presso l'aula consiliare di palazzo di città, la presentazione del Piano di attuazione italiano della Garanzia per i Giovani, promosso e finanziato dal Fondo Sociale Europeo dell'Unione Europea in collaborazione con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e la Regione Puglia.


L'evento mira ad illustrare le opportunità del Piano Garanzia Giovani ed in particolare a creare una rete di organizzazioni che sia in grado di creare concrete opportunità anche a Grottaglie e dintorni. Dopo i saluti del Sindaco, seguirà una relazione tecnica di Antonio De Maso, Presidente di Smile Puglia, organismo formativo promosso dalla CGIL Puglia che ha da poco aperto una delle sue sedi a Grottaglie. Il segretario provinciale della CGIL, Peluso, e l'Assessore alle Politiche Giovanili, Marangella approfondiranno il tema partendo dal ruolo dl sindacato e del comune in questo piano. Seguiranno gli interventi del pubblico.
"Occorre cogliere questa importante occasione che viene dall'Unione Europea per consentire anche sul nostro territorio e in questo particolare momento di crisi del lavoro, di costruire una rete di soggetti capaci di offrire soluzioni ed nuove opportunità, anche se non definitive, e tentare di abbattere la percentuale di disoccupazione tra i giovani che sta toccando cifre altissime". DESCRIZIONE GARANZIA GIOVANI. Rivolto a tutti i giovani tra i 15 e 29 anni, "Garanzia Giovani" è lo strumento attraverso cui l'Unione Europea vuole garantire ai soggetti privi di occupazione o fuori dal sistema di istruzione formale e della formazione professionale, un percorso di reinserimento nel sistema di istruzione e formazione o di inserimento nel mondo del lavoro attraverso le misure previste dal Programma (orientamento, tirocini, servizio civile, sostegno all'autoimpiego e mobilità professionale transnazionale e territoriale). Per l'Italia si prevedono finanziamenti per circa un miliardo e mezzo di euro, al cui concorso partecipano la Youth Employment Initiative, il Fondo Sociale Europeo e risorse nazionali. La ripartizione delle risorse ha visto assegnare alla Puglia un fondo di circa 120 milioni di euro, che la Regione Puglia ha a sua volta suddiviso a sostegno delle singole azioni che concorrono alla realizzazione del Piano. Con queste risorse saranno realizzate politiche attive di orientamento, di istruzione, formazione e inserimento al lavoro, a sostegno dei giovani che non sono impegnati in un'attività lavorativa, né inseriti in un percorso scolastico o formativo (Neet - Not in Education, Employment or Training). È la via pugliese al Programma Europeo "Garanzia Giovani", un Piano di attuazione regionale che integra le misure previste dal Governo con le esperienze regionali di successo a sostegno dell'occupazione giovanile. Per aderire a Garanzia Giovani occorre registrarsi al portale www.sistema.puglia.it.Dopo aver effettuato la registrazione, si potrà aderire al progetto cliccando sul banner "GARANZIA GIOVANI" oppure accedendo direttamente alla pagina www.sistema.puglia.it/garanziagiovani, e poi sul link "Procedura di Adesione" nella Sezione "Iscriviti al Progetto". In alternativa è possibile iscriversi direttamente sul portale governativo all'indirizzo www.garanziagiovani.gov.it.I due sistemi sono integrati e totalmente equivalenti.Dopo l'iscrizione, si potrà essere chiamati ad un colloquio da uno dei Centri per l'Impiego. In sede di colloquio verrà stipulato un apposito patto di servizio e verrà successivamente formalizzata una proposta personalizzata e calibrata tra le 9 azioni che compongono il Piano, nei limiti delle risorse assegnate dal Governo nazionale.

Ciro Piergianni

Un giornale deve riconoscere la verità ovunque essa sia e occuparsi non solo di come stanno le cose, ma di come dovrebbero essere.

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up