La Grottaglie delle notti brave In evidenza

 

È da un po' che il viale, la nota via Matteotti di Grottaglie è diventata zona poco sicura e freguentata da persone certamente no di pacifiche intenzioni.
Cresce il malcontento tra i residenti, che preferiscono chiudersi in casa per evitare “guai”.
 
Di recente, poco dopo le 21.00, un balordo ha completamente rimosso un tubo per lo scolo delle acque e in un momento di vero e proprio “raptus” lo ha scagliato contro la vetrata di una abitazione.
Pare che all’origine dell’insano gesto ci sia stata una lite con una ragazza. 
 
Ormai nelle vie del centro della paese, si contanto le testimonianze di notti brave: bottiglie vuote, resti di vomito, bicchieri di plastica disposti sui gradini d’ingresso di alcune abitazioni o, addirittura, sui marciapiedi.
 
Si tratta di un fenomeno che dimostra la scarsa civiltà di alcuni ragazzi, oltre al fallimento del ruolo delle principali agenzie educative. 
 
Un esempio lo stato di abbandono di piazza Ciro Cafforio, diventata un bagno pubblico all’aperto, dove vandali non hanno avuto nemmeno rispetto per la chiesa della Madonna delle Grazie, imbrattandone le pareti.
 
Viene da domandarsi, ma tutto questo degrado civico e morale solo ora arriva all'attenzione? Bisogna sempre arrivare ad azioni esemplari eclatanti?
Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up