"Licenziato a causa tua". Operaio di Grottaglie accoltella un suo collega In evidenza

Attribuiva al collega la perdita del posto di lavoro, lo riteneva la causa del suo licenziamento. Così Roberto Costone, grottagliese di 46 anni, qualche giorno fa ha raggiunto la sua vittima in una stazione di servizio sulla SS. 7 Appia e, una volta entrato nel bar, ha aggredito e ferito con un coltello da cucina il malcapitato. Solo il tempestivo intervento dei presenti ha impedito che l'operaio grottagliese continuasse a scagliarsi contro l'uomo. 

Intervenuti sul posto, gli agenti della Mobile hanno portato il 46enne in carcere, a disposizione dell'Autorità giudiziaria, mentre la vittima, ferita all'addome e al braccio, è stata immediatamente soccorsa e trasportata al Santissima Annunziata dove le sue condizioni, seppur gravi, non mettono a rischio la sua vita. Nella macchina di Costone, inoltre, è stata trovata un'accetta e non è da escludere che l'uomo volesse usarla contro quello che riteneva l'autore del suo licenziamento. 

Stando alle prime indagini, pare che il 58enne aggredito da Costone non avesse alcun potere decisionale all'interno dell'azienda (una ditta che opera nell'indotto dell'Ilva) e che quindi non avrebbe potuto influire in alcun modo sul licenziamento del grottagliese. Diretti dal vicequestore aggiunto Roberto Pititto, gli uomini della squadra Mobile stanno cercando di comprendere appieno il folle gesto dell'ormai ex operaio. 

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up