Le polpette della nonna moderna

Un nuovo articolo-rubrica, una nuova ricetta per chi come me è stufo delle solite cose e desidera quindi sperimentare nuovi sapori ma soprattutto intende rispettare se stesso e l'ambiente circostante adoperando quel che madre natura ci regala. Oggi vi propongo una rivisitazione delle mitiche polpette della nonna, vegane per chi è vegan o sta intraprendendo la strada del veganismo, senza l'utilizzo di derivati animale, vegetariane, per chi è vegetariano, con l'utilizzo di uova o latte, senza glutine, per chi è celiaco, omettendo fonti che contengano glutine, adattabili per chi è intollerante a determinati alimenti e per tutti voi che vorrete sperimentare nuove ricette. Block-notes alla mano e via a segnarsi queste succulenti ricette. 

 

Per chi vive in Italia, particolarmente nella fascia meridionale, è quasi impossibile non conoscerle, una volta nella vita, volontariamente o involontariamente, una polpetta è stata mangiata, da qualcuno addirittura divorata. Quasi non si riesce a dir di no alle ricette delle meravigliose nonne pugliesi, nonostante contengano vari ingredienti, alcuni buoni e altri "cattivi", avranno un gusto sorprendentemente buono.

La tradizionale ricetta delle polpette con la carne è ormai conosciuta dappertutto, saputa e risaputa, in qualunque posto su questo mondo. Io, oggi, non vi parlerò appunto delle tradizionali polpette perché,ì ci sarà sicuramente qualcuno/a di voi che saprà ancor meglio le preparazioni come da tradizione. Sono qui oggi come vi ho già anticipato, in veste di "sperimentatrice", per mostrarvi delle rivisitazioni delle polpette della nonna, in modo da variare alimenti, da scoprire nuovi sapori, nuovi gusti senza l'utilizzo della carne.

Insomma sono solo delle semplici ricette che potrete seguire o non seguire, provare o non provare, io personalmente le ho provate e alcune meritano davvero d'esser provate.

Mani in pasta e via a preparare questi semplici e gustose ricette!

 

Polpette di melanzane (vegane)

Ingredienti:

- 2 melanzane (1 chilo circa)
- 150 g di pane raffermo
- 3 cucchiai di farina di riso
- pangrattato (senza strutto)
- peperoncino
- qualche foglia di menta
- prezzemolo
- sale
- olio extravergine di oliva

Procedimento:

Prendete 2 melanzane del peso di 1 chilo circa, spellatele e tagliatele a cubetti. Mettete sul fuoco una pentola di acqua salata che porterete ad ebollizione, versate dentro le melanzane e cuocetele per 10 minuti. Scolatele e lasciatele raffreddare per almeno un'ora schiacciate sotto un peso, in modo da eliminare l'acqua in eccesso.
Mettete il pane raffermo in ammollo in acqua fredda e, una volta morbido, strizzatelo.

Versate nel mixer le melanzane, il pane strizzato, il peperoncino, qualche foglia di menta, un pizzico di sale e frullate il tutto fino a ottenere un composto omogeneo. Infine aggiungete 3 cucchiai di farina di riso, per rendere la consistenza più compatta.

A questo punto, formate con le mani delle polpette e passatele nel pangrattato. A questo punto potrete inserirle nel forno a 180gradi oppure potrete friggerle in olio extravergine di oliva caldo fino a quando le polpette non saranno ben dorate.

Infornate in forno preriscaldato a 180 gradi per 20-30 minuti. Quando sarà cotto, fate la prova dello stuzzicadenti. Poi spegnete il forno, estraete il polpettone di ceci vegano e lasciatelo raffreddare.

Servitelo a temperatura ambiente con un contorno di insalata o di pomodori.

 

Polpette di zucchine con latte di riso

Ingredienti per circa 18 polpette:

- 200 g di patate a pasta gialla
- 500 g di zucchine
- 100/120 g di pane integrale
- Latte di riso q.b. per inzuppare il pane
- 1/2 scalogno
- 2 manciate generose di semi di zucca
- sale q.b.
- pan grattato q.b.

Procedimento:

Per prima cosa mondate le zucchine eliminando sia il picciolo verde che un pezzetto della parte finale della verdura: tagliatele prima a metà verticalmente e poi dividete di nuovo sempre verticalemente e procedete tagliando le zucchine a tocchetti. In una padella mettete l'olio extravergine di oliva e lo scalogno tritato, lasciate stufare per circa 10 minuti senza far dorare, aggiungete le zucchine e, a fuoco basso, fatele cuocere per circa 15 minuti e poi lasciatele intiepidire a parte.
Nel frattempo, mettete a bollire sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e cuocete, con la buccia, anche le patate. Una volta lessate, lasciate riposare le patate fino a che non saranno tiepide e sbucciatele.
In una ciotola capiente mettete le fette di pane (andranno bene sia crosta che mollica) e aggiungete il latte di riso (quello di soia per i vegani o quello vaccino se siete vegetariani).
Spugnate il pane fino a che non diventerà morbido: non dovrà, però, spappolarsi, quindi cercate di non esagerare con il liquido (nel caso abbonderete un pochino di più con il pane grattugiato). Prendete il pane, strizzatelo per bene e in una ciotola aggiungetelo alle zucchine, dopo averle ben scolate dal loro liquido di cottura. Versate nel composto anche i semi di zucca: potete lasciarli sia interi che tritarli al coltello. Procedete salando l'impasto e aggiungendo il pane grattugiato e le patate schiacciate. Amalgamate bene il tutto fino a ottenere un composto lavorabile, nel caso aggiungete altro pangrattato.
Create delle polpette, passatele nel pane grattugiato e poi appoggiatele su una leccarda ricoperta con carta da forno. Terminate le polpette, infornate il tutto a 180° (forno statico) per circa 15 minuti.

 

Polpette di seitan e curcuma in crosta di pizza (vegetariane)

Ingredienti per circa 15 polpette:

- 400 g di seitan tagliato a dadini
- 1 cucchiaino e mezzo di curcuma
- 1 uovo
- 1 cucchiaio di olio
- sale q.b.
- pepe q.b.
- 2 cucchiai di erba cipollina
- foglie di basilico a piacere
- 2 tazze di farina di ceci

per la crosta di pizza:
- 200 g di farina integrale (oppure farina di farro, farina 0, farina al kamut ecc...)
- 100 g di acqua
- 5 g di lievito di birra
- 1 pizzico di sale
- 1 cucchiaio di olio

Procedimento:

Iniziate preparando l'impasto base della pizza, che vi servirà per realizzare "la crosta" delle polpette: sciogliete il lievito di birra nell'acqua tiepida, mescolate bene e versate il liquido in una terrina, aggiungete la farina e mescolate per amalgamare, unite l'olio e il sale e impastate il tutto per qualche minuto, fino ad ottenere un impasto elastico e morbido, poi coprite la terrina con della pellicola trasparente e lasciate lievitare per circa 2 ore.
Nel frattempo prepariamo le nostre deliziose polpette mettendo i pezzetti di seitan nel mixer che frullerete fino ad ottenere un trito fino. Trasferitelo in una terrina, aggiungete l'uovo, l'olio, la curcuma, sale e pepe, poi unite l'erba cipollina e le foglie di basilico spezzettate, impastate fino ad ottenere un composto omogeneo.
Prendete un po' di impasto per volta e con le mani preparate tante polpette del diametro di circa 5-6 cm, tuffatele nella farina di ceci per compattare le superficie e sistematele in un piatto.
Passate due ore prendete l'impasto lievitato, trasferitelo sul vostro piano da lavoro infarinato e con l'aiuto del mattarello stendete la pasta fino ad avere uno strato spesso 3-4mm. Con una taglia-biscotti(o un semplice bicchiere di vetro) ricavate tanti cerchi del diametro di circa 6-7 cm e avvolgete ciascuna polpetta con un disco di pasta, avendo cura di chiuderle bene, sigillando bene i bordi.
Quando avrete avvolto tutte le polpette, spennellate la superficie con dell'olio e infornate a 180 gradi, in forno preriscaldato, per circa 20-25 minuti, o fino a quando non saranno ben dorate.
Una volta ben cotte, lasciatele freddare leggermente e servitele!

 

Polpette di seitan al sugo

Ingredienti:

- 300 g di seitan
- 300 g di bietola
- 50 g di pane
- 70 ml di latte di soia
- 500 ml di salsa di pomodoro
- mezza cipolla
- farina 0 (di farro, di kamut, farina 1)
- olio extra vergine di oliva
- sale, pepe
- pinoli

Procedimento:

Iniziate tritando finemente la cipolla e il seitan. Fate cuocere le bietole e sminuzzatele. Mettete il pane in ammollo per qualche minuto, in una ciotola piena di latte di soia (o di riso). Una volta ammorbidito, strizzatelo bene e trasferitelo in una terrina. Aggiungete tutti gli altri ingredienti tritati, un cucchiaio di farina, sale e pepe. Mescolate bene e fatene un composto omogeneo. A questo punto, con le mani, realizzate delle polpette.
Nel frattempo, riscaldate dell'olio in una padella e quando arriva a temperatura, tuffate le polpette prima nella farina e poi nell'olio. Friggetele per qualche minuto - fino a quando non saranno ben dorate - scolatele e fatele riposare su carta assorbente.
Fatto questo, mettete un filo d'olio in una padella con un po' di cipolla tritata finemente e una volta ben dorata aggiungete la salsa di pomodoro. Lasciate cuocere per una decina di minuti e poi metteteci le polpette fritte, fate insaporire per una decina di minuti, poi aggiungete a piacere i pinoli e servite ben calde!

 

Polpette di quinoa senza glutine con radicchio rosso (per celiaci)

Ingredienti:

- 300 g di quinoa Nutrifree
- un cespo di radicchio trevigiano
- uno scalogno
- 200 g di cavolfiore
- 2 uova
- sale
- olio per friggere

Procedimento:

Dividete il cavolfiore in cimette e scottate in acqua bollente per una decina di minuti ottendendo un cavolo morbido ma non troppo. Scolate bene il tutto, trasferite i cavoli in una ciotola e schiacciateli con una forchetta.

Lessate la quinoa (precedentemente lavata accuratamente) in 600 ml di acqua bollente per circa 20 minuti, assaggiate, i chicchi devono risultare morbidi ma leggermente croccanti. Nel frattempo mettete a stufare lo scalogno fatto a fettine sottili con un pò d'olio per qualche minuto, aggiungete il radicchio fatto a listarelle e cuocete con un bicchiere d'acqua, fino a che la stessa non si è ritirata completamente.

Scolate bene la quinoa e lasciatela raffreddare. Dopodichè aggiungetela al cavolfiore e al radicchio. Aggiungete due uova e regolate di sale. E' il momento di fare le polpettine. Mettete una padella antiaderente sul fuoco con abbondante olio. Appena è ben caldo, tuffate le polpette e buon appetito.

 

Spero che queste rivisitazioni delle tradizionali polpette della nonna vi possano deliziare il palato. Alla prossima!

 

Per essere sempre aggiornato su nuove ricettine:

pagina facebook: https://www.facebook.com/cecibopertutti 

pagina Instagram: https://instagram.com/cecibopertutti/ 

Ultima modifica ilVenerdì, 29 Maggio 2015 11:39
Marialucia Magazzino

E' così difficile descrivere ciò che si sente quando si sente che si esiste veramente, e che l'anima è un'entità reale, che non so quali sono le parole umane con cui possa definirlo.

Fernando Pessoa

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up