Un celiaco a cena? No problem! Pizza è la risposta a tutto

Inviti un uomo o una donna a cena e come risposta ti ritrovi: "sono celiaco/a"? No problem. Nel 2015 tutto è possibile. Il tutto si risolve nel più famoso e antico metodo usato e riusato, Pizza. Proprio così, vi proporrò qui un tipo di pizza senza glutine e senza alcun rischio per il vostro appuntamento che arriverà alla conclusione senza alcun intoppo.

 

Essere celiaco, attualmente, non rappresenta più un problema. Infatti, in commercio vi sono disponibili una quantità sempre più enorme di alimenti prodotti appositamente per celiaci e tante semplici ma succulente ricette gluten free (senza glutine), come quelle che io vi proporrò successivamente.

Ma in dettaglio cosa vuol dire essere celiaco? Cos'è la celiachia?

Come il buon wikipedia ci suggerisce, la celiachia è una malattia autoimmune dell'intestino tenue, che si verifica in individui di tutte le età, geneticamente predisposti. I sintomi, che generalmente si verificano già nel periodo dello svezzamento, includono diarrea cronica, ritardo della crescita nei bambini e stanchezza, tutti sintomi che possono o non possono verificarsi perchè sostituti da altri.

In dettaglio la celiachia è causata da una reazione alla gliadina, una prolammina (proteina del glutine) presente nel grano e da proteine simili che si trovano nelle tribù di Triticeae, che comprendono altri cereali comuni, quali orzo e segala.

Vi è una soluzione a tutto ciò? Certo, basta eseguire una dieta gluten free, ponendo molta attenzione ai prodotti che si vanno ad acquistare e poi assumere, accorgimenti che non vi faranno incappare in pericolose reazioni.
La completa esclusione del glutine dalla dieta non è affatto facile da realizzare poichè i cereali vietati ai celiaci si ritrovano in numerosi prodotti alimentari e in aggiunta il rischio di contaminazione accidentale da glutine è spesso presente nei processi di lavorazione dell'industria alimentare.
Ponendo molta attenzione, avendo piccole accortezze e un po' di pazienza tutto si risolve al meglio, come la maggior parte delle situazioni che quotidianamente si vengono a creare.

Un appuntamento con persone affette da celiachia potrebbe sembrare talmente improponibile e rischioso tale da voler addirittura rinunciare. Non c'è cosa di più sbagliata (tranne se il/la tipo/a non fa per voi). Vi è sempre una soluzione a tutto.
In questo caso ci verra in soccorso un'ottima e intramontabile ricetta...la pizza! Avete letto bene. Credevate che i celiaci non avrebbero potuto mangiare la pizza? Sbagliato.

Apportando alcune modifiche alla tradizionale ricetta, questa potrà far parte di un'adeguata dieta gluten free, ma non solo. Questa nuova e appetitosa versione, avente come base il cavolfiore e non la consueta farina, può essere un buon sostituto dell'abituale pizza per chi, in vista della prova costume, vuole cercare di limitare l'assunzione dei carboidrati.
Quindi non resta altro che mettersi all'opera e provare questa tanto invitante ricetta il cui gusto vi sorprenderà e vi catturerà costringendovi a rifarla più e più volte.

Per la pizza gluten free con base di cavolfiore vi serviranno:

- 700 grammi di Cavolfiore
- 1 Uova
- 1 Tuorlo d'uovo
- 40 grammi di Parmigiano Reggiano
- 1 pizzico di Sale
- 1 pizzico di Pepe nero
- 3 cucchiai da tavola di Olio di oliva
- 1 Spicchio di aglio
- 300 grammi di Passata di pomodoro
- 150 grammi di Mozzarella
- 1 pizzico di Origano essiccato

Iniziate pulendo il cavolfiore: eliminate le foglie più esterne e staccate le cimette dal torsolo centrale. Lavate il tutto per bene, asciugate. Traferite il tutto nel mixer e tritate fino a ottenere una sorta di purea.

Trasferite il cavolfiore in una terrina, aggiungete le uova, il parmigiano, sale e pepe. Amalgamate bene fino a ottenere un composto omogeneo che andrete successivamente a stendere con una spatola su una teglia circolare rivestita di carta da forno (spessore 1,5 cm circa). Infornate la pizza di cavolfiore a 200 gradi per circa 25 minuti.
Per il condimento, vi proporrò i tradizionali ingredienti della margherita che potrebbe a vostro piacimento sostituire con altro.
Nel frattempo che la base della pizza si cuocia, versate l'olio in una casseruola, soffriggete l'aglio e aggiungete la passata di pomodoro che salerete e farete cuocere per circa 15 minuti. Sfornate la finta pizza, conditela con il sugo di pomodoro e la mozzarella sgocciolata e tagliata a fettine. Rimettete in forno per una decina di minuti. Una volta cotta sfornate la finta pizza di cavolfiore, profumatela con il basilico o l'origano e non resta altro che dar il via al vostro meraviglioso e speciale appuntamento.

Ma...ma... un buon appuntamento non può finire in questo modo! Un ottimo dolce vi farà concludere l'incontro con successo. Quale dolce migliore se non una veloce ma allo stesso tempo deliziosa torta alle mandorle senza glutine e senza farina?

Per la torta alle mandorle gluten free vi serviranno:

- 190 g di mandorle
- 180 g di zucchero a velo (decorazione)
- 2 limoni
- 3 uova

In una ciotola capiente, montate con le fruste elettriche le uova con la scorza dei due limoni e lo zucchero a velo. Mettete le mandorle nel frullatore riducendole in sottile farina. Aggiungete la farina di mandorle appena ottenuta alle uova mescolando delicatamente dall'alto verso il basso. Mettete il tutto in un recipiente a vostro piacimento, magari un contenitore avente una forma particolare, giusto per dar quel tocco in più. Cuocete nel forno già caldo a 180 gradi per 30 minuti. Una volta cotta, lasciate raffreddare la torta che andrete poi a decorare con una spolverata di zucchero a velo.

Et voilà! Il gioco è fatto! Avete centrato in pieno il bersaglio! L'appuntamento sarà andato meravigliosamente...almeno per quanto riguarda la scelta del menù effettuata.

Marialucia Magazzino

E' così difficile descrivere ciò che si sente quando si sente che si esiste veramente, e che l'anima è un'entità reale, che non so quali sono le parole umane con cui possa definirlo.

Fernando Pessoa

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up