L'opera lirica... ma cos'è?

Nel XVII secolo nasce la prima forma di quella che oggi chiameremmo "opera lirica" o melodramma.

Le origini dell'opera risalgono al 1600, quando per festeggiare le nozze di Maria De' Medici si rappresentò a Palazzo Pitti "L' Euridice" di Jacopo Peri, su testo di Ottavio Rinuccini.
L'opera è quella forma d'arte che unisce la musica, il teatro, il canto e talvolta anche la danza.
Solitamente le rappresentazioni sono oggetto di azioni drammatiche, rappresentate attraverso la recitazione e un testo cantato. Troviamo così un fondersi dell'arte recitativa con la musica, in grado di suggestionare particolarmente lo spettatore.
Lo "script" di un opera è il libretto, ovvero un testo letterario appositamente composto. Il libretto può essere una creazione originale (scritto da un celebre autore o poeta) o l'adattamento di testi di prosa teatrale.
I personaggi sono solitamente coinvolti in amori proibiti, guerre, avvenimenti storici e intrighi che come tema centrale hanno il tragico e la morte. I soggetti sono travolti da sentimenti intensi, colpi di fulmine e storie di infedeltà e si ritrovano spesso davanti alla morte (omicidi, suicidi o ancora sacrifici). I soggetti variano comunque dal serio al buffo, dal giocoso al semiserio.
Nell'opera ad ogni specifico timbro vocale vengono associati i personaggi. Le voci femminili sono distinte in: soprani, mezzi soprani, contralti; mentre le voci maschili si suddividono in: tenori, baritoni e bassi. Le varie voci sono distinte tra l'altro a seconda della loro agilità (leggere, liriche e drammatiche). Troviamo anche tra le voci il controtenore (o contraltista), il sopranista, le voci sopranili e contraltili che sostituiscono oggi quei ruoli un tempo affidati ai castrati.
A seconda delle epoche è stata data maggiore o minore importanza alla musica rispetto al libretto. Fin dalla nascita dell'opera le discussioni tra gli intellettuali sono state intense e svariate per stabilire appunto se nell'opera dovesse essere la musica la protagonista oppure se la musica dovesse essere solo al servizio del libretto, dando quindi maggiore importanza alle parole.
I cantanti sono accompagnati da complessi musicali di dimensioni totalmente differenti tra loro, talvolta si trovano anche intere orchestre.
La musica per il suo particolare potere suggestivo, viene utilizzata nell'opera per comunicare emozioni e per creare specifiche atmosfere.
Ecco perché potremmo definire l'opera lirica una rappresentazione letteraria - teatrale nella quale la musica ha un ruolo protagonista nel sottolineare le azioni e i sentimenti.

Cira Cavallo

La musica esprime ciò che è impossibile da dire e su cui è impossibile tacere

Victor Hugo

Sito web: [email protected]
Altro in questa categoria: « Maledizione dei 27 Oltre le barriere! »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up