Jim Morrison, Dionisio incarnato

James Douglas Morrison, un artista trasgressivo, poeta maledetto, angelo ribelle. Soprannominato anche Re Lucertola , da un suo verso, e Mr. Mojo Risin (anagramma del suo nome).

È stato uno dei massimi esponenti della contestazione giovanile degli anni '60.
Nacque a Melbourne, in Florida, l'8 dicembre 1943. La sua infanzia è caratterizzata da continui viaggi e trasferimenti con la famiglia a causa del lavoro del padre (ammiraglio della marina).
Fu proprio in uno di questi spostamenti, che Jim, alla tenera età di 4-5 anni, ebbe il suo primo impatto con la morte. Un evento che lo segnerà per sempre. Lungo il tragitto, vide un camion di lavoratori che era andato a sbattere, assieme ai corpi degli stessi lavoratori indiani sparsi per strada morti e sanguinanti. Quest'avvenimento gli rimarrà tanto impresso che ne parlerà anche nei suoi versi : "indiani sparsi sulle carreggiate dall'alba sanguinanti/ si affolla di spettri la mente del bambino fragile guscio d'uovo...".
A causa dei vari trasferimenti Morrison sarà spesso costretto a cambiare amicizie e scuole.
Nel 1955 si trova a San Francisco, dove frequenta l'ottavo anno di scuola. Due anni dopo inizia il nono anno, rivelandosi uno studente tanto geniale quanto istrionico.
Nell'autunno del '58 inizia a frequentare assiduamente una libreria e locali poco raccomandabili di San Francisco, marinando sempre più la scuola.
Jim Morrison possedeva un intelligenza al di fuori dal comune, vantava infatti un quoziente intellettivo di 149.
Dopo non essersi presentato alla consegna dei diplomi e aver mandato il padre su tutte le furie, viene mandato dai nonni in Florida e iscritto al College. Tuttavia i risultati furono scarsi.
Nel gennaio del '64 si trasferisce in California. Esprime al padre il desiderio di frequentare i corsi di cinematografia all'Università della California di Los Angeles. Il padre inizialmente contrariato non vorrà finanziargli gli studi, ma riuscirà a convincerlo durante un colloquio, probabilmente l'ultimo.
Trasferitosi all'università taglia i ponti con i propri genitori arrivando perfino a dire che erano morti.
Ai corsi di cinematografia conobbe Roy Manzakel, il quale gli proporrà di formare una band. Nascono i The Doors. Il nome del gruppo venne scelto dallo stesso Jim dal titolo di un libro da lui amato, a cui si rifà anche un verso del poeta William Blake. "Esistono cose che si conoscono e altre che non si conoscono. Esiste il noto e l'ignoto: nel mezzo ci sono Le Porte (The Doors). I Doors sono i sacerdoti del regno dell'ignoto che interagisce con la realtà fisica. Perché l'uomo non è soltanto spirito, ma anche sensualità."
Agli inizi del '66 i Doors cominciano ad apparire al Sunset Strip (zona dei locali di Los Angeles). Qui Morrison conoscerà Pamela Courson, con la quale avrà l'unica vera relazione stabile e duratura della sua vita.
Il 4 gennaio del 1967 esce il primo album del gruppo. Il disco, "The Doors" è tra i più venduti dell'anno.
Durante le esibizioni in pubblico, Jim è spesso ubriaco e sotto effetti di droghe. Compirà infatti una serie di azioni bizzarre. Spesso cercherà di spogliarsi, inciterà il pubblico a scatenarsi e lo inviterà sul palco, causando più volte l'interruzione dei concerti.
Il 17 settembre si esibiscono all' Ed Sullivan Show, una trasmissione televisiva molto seguita in quegli anni. Venne chiesto ai Doors, di sostituire la parola "higher" (un riferimento allo sballo da droghe).
Inizialmente i Doors sembrarono acconsentire, ma durante la diretta, Morrison pronuncerà ugualmente la parola rimarcardola, probabilmente infastidito dal tentativo di censura.
Molte volte, durante gli spettacoli, provocherà le forze dell'ordine, provocazioni amplificate dall'abuso di alcol.
Le dipendenze del cantante iniziano a nuocere all'attività della band.
Durante il tour europeo, ad Amsterdam, sviene sul palco per l'eccessiva quantità di hashish assunta.
Il declino dei Doors inizierà dopo il concerto di Miami, durante il quale Jim venne accusato di aver mostrato i genitali in pubblico.
l'album che succederà questo evento non avrà infatti alcun successo e diverse tappe in programma saranno annullate.
Il 23 dicembre del 1970 ha luogo l'ultima esibizione del gruppo, durante la quale Jim ubriaco, cade ripetutamente sul palco.
A febbraio raggiunge la sua amata Pamela a Parigi con l''obiettivo di dedicarsi alla poesia e ripulirsi.
il 3 luglio 1971 viene trovato morto nella vasca da bagno della sua abitazione.
Sulle cause della sua morte non si hanno ancora certezze in quanto non fu mai eseguita alcuna autopsia. Alcuni referti medici parlano di arresto cardiaco.
Altre ipotesi parlano di una morte inscenata da Jim o dalla CIA, altri optano per una morte causata da overdose.

Cira Cavallo

La musica esprime ciò che è impossibile da dire e su cui è impossibile tacere

Victor Hugo

Sito web: [email protected]
Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up