"Trip Team": piccoli imprenditori ma grandi imprese

Hanno all'incirca 12-13 anni gli studenti - imprenditori più piccoli d'Italia che hanno creato la startup "Trip Team", una baby cooperativa che offre servizi ai cittadini tra cui anche dogsitting, lettura e corsi di tecnologia agli anziani.

 

Dopo l'annuncio del progetto "N2Y4 Startupping" (mai troppo giovani per avviare startup) e del primo caso di baby impresa "Tea-Shirt – La maglietta giusta per thè", ideata e curata dagli studenti dell'istituto comprensivo "Cosimo De Giorgi" di Lizzanello e Merine, con grande gioia ed entusiasmo arriva la seconda bella esperienza di auto imprenditorialità particolarmente giovanile.

"Trip Team – Piccoli imprenditori fanno grandi imprese", questo il suo nome, rappresenta una baby cooperativa di servizi innovativi alla cittadinanza ed è stata ideata da un gruppo di studenti di 2° e 3° media dell'Istituto comprensivo "Polo 2" di Trepuzzi (Le).

Il nome "Trip Team" ha un duplice significato in quanto "trip" va interpretato sia come richiamo a "Tripudium", una delle ipotesi da cui è derivato il nome del loro paese (Trepuzzi), sia come "viaggio", in quanto per le ragazze ed i ragazzi del team questa esperienza ha proprio tutte le caratteristiche di un viaggio avventuroso, dove si sa da dove si parte ma non si ha nessuna idea su dove porterà.

La baby cooperativa prevede attualmente l'offerta di tre precisi servizi: Dogsitting, SOS Reading e Tech Teach.

"Dogsitting" è il già noto servizio di prendersi cura, passeggiare ed intrattenere i cani, offrondo a chiunque fosse impossibilitato (per mancanza di tempo, per stanchezza o malattia) nel portare a spasso il proprio beniamino.

"SOS Reading" è un servizio di lettura offerto agli anziani, in cui i giovani membri della cooperativa si rendono disponibili a leggere libri e riviste a chi ne avesse bisogno, anche per fare compagnia in un modo nuovo ma allo stesso tempo costruttivo.

"Tech Teach", è il più innovativo dei tre, che vede gli sviluppatori ovvero gli studenti di Trepuzzi impegnati nell'attività di insegnamento agli adulti dell'uso delle nuove tecnologie (smartphone, internet e social network come Facebook, Instagram e Twitter).

Vi è poi un quarto servizio, molto più "rivoluzionario" ma anche più impegnativo che, tutttavia, i ragazzi preferiscono tener segreto, così da non correre il rischio di essere "copiati" e battuti sul tempo da qualche altra startup.

I ragazzi, tecnologicamente avanzati e padroni dei social, hanno creato e pubblicato una pagina su Facebook all'indirizzo: www.facebook.com/Trip-Team-1082561368471083  che già registra oltre 400 like.

Oltre ai due dirigenti del "Polo 2" di Trepuzzi e del "Galilei-Costa" di Lecce, rispettivamente Daniela Savoia e Addolorata Mazzotta, a seguire i giovani imprenditori sono le insegnanti Mariannunziata Giordano, Gisella Persico e Maria Rosaria Renna della scuola media di Trepuzzi, mentre la supervisione generale del progetto "N2Y4 Startupping" è curata da Daniele Manni, prof del "Galilei - Costa".

"N2Y4 Startupping" è il nuovo progetto dell'Istituto "Galilei - Costa" di Lecce, noto a livello internazionale per l'intensa attività svolta in tema di imprenditorialità giovanile, creato in rete con quattro scuole medie, il "De Giorgi" di Lizzanello/Merine, l'Istituto comprensivo di Cavallino/Castromediano, il "Polo 2" di Trepuzzi ed il "Galateo" di Lecce, e sta sperimentando le sue particolari tecniche didattiche con ragazze e ragazzi di 12/14 anni, frequentanti la 2a e 3a media. È partito a dicembre 2015 ed è in stesura un protocollo d'intesa tra le cinque scuole. Questa prima edizione è in realtà un progetto pilota che, a partire dal prossimo anno scolastico, potrà aprirsi alla partecipazione di tante altre scuole interessate, le quali hanno già espresso l'intenzione e la voglia di aderire.

Per ulteriori info:
Pagina Facebook di Trip Team: www.facebook.com/Trip-Team-1082561368471083 

Marialucia Magazzino

E' così difficile descrivere ciò che si sente quando si sente che si esiste veramente, e che l'anima è un'entità reale, che non so quali sono le parole umane con cui possa definirlo.

Fernando Pessoa

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up