Le due zone 167 possono fare la differenza a Grottaglie

In media ogni abitante produce un po' più di 1 kg di RSU (Rifiuto Solido Urbano) al giorno e di questo circa il 40% è rifiuto organico.

Il rifiuto organico comprende tutti quegli scarti alimentari, compreso ahimè anche il cibo in eccesso o scaduto, che produciamo giornalmente. Un elenco interminabile di materiali come: Carbone, Carne, Carta assorbente, Cibi cotti e crudi, Fazzoletti di carta, Filtri da tè e caffè, Fiori secchi e/o recisi, Fondi di caffè, Frutta, Gusci di frutta secca e di uova, Gusci di molluschi e crostacei, Lettiera naturale per animali, Lische di pesce, Ossi (avanzi di cibo), Paglia, Pane, Pesce, Piante (piccole quantità), Rafia, Scarti di cucina, Stuzzicadenti, Sughero, Terriccio per piante, Tovagliolo in carta, Uova, Verdura, ecc.

Le due zone 167 di Grottaglie sono dotate di contenitori per la raccolta dell'organico che ogni lunedì, mercoledì e venerdì vengono regolarmente svuotati e periodicamente lavati, quei cassonetti di colore marrone adiacenti a quelli per la raccolta dell'indifferenziata. Purtroppo però, questi contenitori sono quasi sempre vuoti, od al massimo contengono qualche sacchetto, ben poca cosa rispetto a quanto si potrebbe raccogliere. Facendo due conti in funzione agli abitanti delle due 167 potremmo arrivare a circa 600 tonnellate di rifiuto organico all'anno. Un contributo determinante per innalzare la percentuale di RD (Raccolta Differenziata) che rimanendo ben al disotto della soglia del 40%, limite fissato dalla Regione Puglia per non pagare l'Eco Tassa, comporterà al nostro comune un costo per lo smaltimento dei rifiuti in discarica circa tre volte maggiore rispetto ai Comuni "virtuosi" che hanno raggiunto e superato il 40%.

Con un po' di buona volontà ed organizzazione, separando il rifiuto organico dalla nostra "spazzatura" e conferendolo negli appositi cassonetti marroni per la raccolta del rifiuto organico, possiamo noi cittadini della zona 167 dimostrare una vera e tangibile sensibilità ecologista, un gesto semplice ma di grande valore

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up