Il Santuario dimenticato

300 anni dalla sua morte, San Francesco De Geronimo, il santo patrono di Grottaglie è li, nella chiesa che porta il suo nome nel centro storico della città delle ceramiche.

La casa in cui ha vissuto è li, arredata come allora, ricca di oggetti d'arte e di culto, nelle stanze si respira un'aria di profonda serenità spirituale. Gli affreschi, le statue , le luci soffuse che illuminano l'altare e le reliquie del santo fanno di questo Santuario un luogo di culto di un prestigio tale che vederlo quasi deserto durante la giornata e nelle due liturgie delle 7:15 e 17:00 lascia una profonda amarezza ed un immenso vuoto spirituale.

Forse la frenesia di questa nostra società, uno stile di vita che dimentica troppo spesso il rispetto e devozione verso la Chiesa ci allontana da questi luoghi di culto e preghiera o forse altri motivi ostacolano o non valorizzano il patrimonio culturale, religioso ed artistico della Chiesa di San Francesco De Geronimo.

E così, come un onda del mare che non sai da dove trae origine ma che acquista sempre più consistenza e forza ecco che nasce presso il Santuario "L'Apostolato della Preghiera", un'unione di fedeli che tutti insieme pregano per le intenzioni del Papa ed offrono le azioni della propria giornata al Sacro Cuore di Gesù. Ogni primo sabato di ogni mese, dopo la messa delle 17:30 è possibile vivere, all'interno della Chiesa un momento d'incontro e preghiera che ci arricchisce dando vita e calore al Santuario ed al nostro San Francesco De Geronimo, pacificatore, consolatore dei poveri, ammalati e bisognosi.

 

Ultima modifica ilVenerdì, 18 Marzo 2016 21:48
Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up