Logo
Stampa questa pagina

La dichiarazione del Segretario CGIL Giuseppe Massafra sui lavoratori Ilva di Taranto

Non si può togliere protagonismo ad una categoria che per troppo tempo è stata messa al confino se non addirittura alla berlina.

Oggi pertanto il successo di questo sciopero, con reparti chiusi e impianti ridotti a percentuali di presenze residuali, è solo loro: di quei lavoratori che hanno alzato la testa e lo hanno fatto guardando in faccia proprio la città che per tanto tempo non si è accorta di loro.

Sono andati in piazza con le tute da lavoro, le insigne delle organizzazioni sindacali e soprattutto con il carico di mesi di incertezze e dolore che oggi sono esplose con la formulazione di una richiesta semplice: essere riconosciuti in un dibattito sul futuro di questa terra che non può lasciare nessuno indietro e che non si può risolvere con la sterilità di posizioni spesso lontane dal tangibile e dal reale.

La CGIL ha voluto fortemente riconsegnare nelle mani degli operai dell'ILVA e dell'indotto la parola e la risposta è stata corale, piena, sentita. Da oggi, dunque, cambia tutto e dai quei lavoratori si dovrà ricominciare a riflettere su tutti i tavoli.

Progetto realizzato da Cinetyk. Tutti i diritti riservati.