Alberghiero di Ugento: a lezione di qualità e vincotto

L'11 febbraio presso l'Istituto Alberghiero "F. Bottazzi" di Ugento farà tappa "Più Gusto", missione di divulgazione delle buone pratiche culinarie, il cui obiettivo è insegnare la qualità.

Durante la stessa giornata verranno effettuate delle lezioni sul vincotto a cura di Elena Venneri e ulteriori lezioni di cucina con lo chef Persano utilizzando ingredienti e prodotti a km 0 offerti dal circuito "Più Gusto" per le scuole.

Nell'ottica di una maggiore consapevolezza, di uso e di consumo dei prodotti e degli ingredienti di qualità del territorio, la rete informale di aziende "Più Gusto" continua la sua opera di divulgazione presso le scuole pugliesi, certa che sia un'ottima mossa quella di puntare sulla formazione dei giovani studenti.

Il prossimo evento, infatti, avrà luogo giovedì 11 febbraio presso l'Istituto Alberghiero "F. Bottazzi" di Ugento, dove i ragazzi potranno partecipare ad un'iniziativa decisamente fuori dal comune, ricca di informazioni, profumi e sapori.

A partire dalle ore 8.30 avrà luogo un programma variegato che comprende sia nozioni specifiche sulle produzioni delle diverse aziende partecipanti che una vera e propria lezione di cucina con degustazione finale.

Ad aprire i lavori sarà Elena Venneri, la quale terrà una lezione specifica sul Vincotto, il prodotto tipico del territorio, inserito anche nei PAT di Puglia (Prodotti Agroalimentari di Tradizione), che sta via via divenendo sempre più conosciuto e popolare.

Successivamente lo chef Mimmo Persano, con l'assistenza dello street cuoco Francesco Manco, terrà una lezione di cucina con la preparazione di un menu completo, con l'uso dei prodotti e degli ingredienti messi a disposizione dalle imprese.

Le aziende che aderiscono alla mission di divulgazione delle buone pratiche culinarie presso gli Istituti Alberghieri sono: Birrificio B94 (Lecce): birre artigianali; Calemone (Torre Guaceto): pomodoro fiaschetto semisecco Presidio Slow Food; Calò & Monte (Zollino): Comunità Slow Food dei legumi di Zollino; Pastificio Cardone (Fasano): pasta fresca di semola di grano duro sen. Cappelli; Caseificio Lanzillotti (S. Vito dei Normanni) Comunità Slow Food dell'Alto Salento; I Contadini (Ugento): Comunità Slow Food del cappero di Racale e cipolla al vincotto; Salumificio Santoro (Cisternino): Capocollo di Martina Franca, Presidio Slow Food; Terra Apuliae (Melissano): vincotto (balsamico, ingentilito, glassa, cuettu); Vizzino (Minervino): passata di pomodoro gialla, rossa e i sott'olio.

Alcuni collegamenti utili:
Sito del circuito "Più Gusto": www.piugusto.org 
Sito della scuola: www.bottazzi.gov.it 

Marialucia Magazzino

E' così difficile descrivere ciò che si sente quando si sente che si esiste veramente, e che l'anima è un'entità reale, che non so quali sono le parole umane con cui possa definirlo.

Fernando Pessoa

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up