Danneggiato defibrillatore in piazza Regina Margherita a Grottaglie

Sembra impossibile ma il defibrillatore donato dall'Associazione Medici per San Ciro ed installato da qualche mese a Grottaglie, in piazza Regina Margherita, è stato manomesso ed ahimè reso inutilizzabile a seguito di un atto vandalico.

 

E' una di quelle notizie che non avremmo mai voluto dare e che fanno scaturire in noi due sentimenti: rabbia e vergogna. Rabbia pensando a chi ha compiuto un gesto di tale gravità, danneggiando un bene pubblico che svolge una funzione importantissima, ultimo strumento indispensabile in caso di arresto cardiaco, per salvare una "vita umana". Rabbia verso il mancato controllo , da parte delle istituzioni, di quello che è il nostro patrimonio comune che gesti di isolati delinquenti e balordi possono danneggiare irreparabilmente. Vergogna verso chi con sacrificio, passione ed amore si è impegnato per donare un'apparecchiature così importante e costosa, formando anche volontari capaci di saper utilizzare tali dispositivi. Dopo però queste sensazioni che "a caldo" scaturiscono in tutti noi, bisogna dare spazio alla riflessione ed alla voglia di cambiamento. Non possono essere questi irresponsabili e sporadici gesti di degrado morale, sociale ed urbano a limitare la voglia di cambiamento e lo spirito di rinascita della nostra cittadina. Non siamo ne migliori ma tantomeno peggiori di altre realtà del nord, centro e sud Italia. Grottaglie in questi mesi si è dotata, grazie al volontariato, associazionismo e collaborazione in genere di diversi Totem con defibrillatori, ha formato più di 300 "angeli del soccorso" capaci di utilizzare questi dispositivi in momenti di bisogno, dobbiamo ricordarlo ed esserne tutti fieri. Questo increscioso episodio, perché tale dovrà restare, ci deve spingere, con maggiore impegno e determinazione, a preservare il bene pubblico vigilando, istituzioni e cittadini insieme, e segnalando alle forze dell'ordine atti del genere. In parallelo occorre poi insegnare con pazienza, dedizione e costanza a tutti, giovani e non, il rispetto dei beni pubblici e l'importanza di iniziative come questa. Ci auguriamo che l'autore di questo atto scriteriato possa ricredersi e capire la gravità di un simile gesto per la comunità grottagliese.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up