Il Comune di Grottaglie sostiene il Puglia Pride 2015

L'Onda Pride giunge in Puglia: un corteo vivace e colorato sfilerà sabato 4 luglio per il centro della città di Foggia, fino a raggiungere piazza Cesare Battisti, dove si concluderà ai piedi del Teatro Giordano accogliendo testimonianze, interventi, riflessioni. Madrina d'eccezione dell'evento sarà la foggiana Vladimir Luxuria.

Il coordinamento del Puglia Pride, composto dalle otto associazioni fondatrici Arcigay Bari, Arcigay Bat, Arcigay Salento, Arcigay Taranto, ArciLesbica Bari, KéBari, TGenus e dalle numerose associazioni aderenti, per il secondo anno hanno organizzato, nella settimana che precede la parata, una lunga serie di iniziative di sensibilizzazione, informazione, formazione nelle città di Lecce (il 28 giugno), Brindisi (30 giugno), Taranto (1^ luglio), Bari (2 luglio), Barletta (3 luglio).

Per tutta la giornata del 4 luglio, a Grottaglie (TA) la bandiera arcobaleno sventolerà dal Municipio, a testimonianza della sensibilità e dell'impegno congiunto nella lotta contro ogni forma di discriminazione. Dopo Carosino, anche la Città delle Ceramiche accoglie e sostiene le attività di Arcigay Taranto. Va sottolineato che il Comune di Grottaglie nel giugno del 2012 ha approvato la delibera per l'istituzione del Registro delle Unioni Civili, elaborata sulla base di una proposta unanime della competente commissione consigliare. Dopo un lavoro lungo e approfondito fatto nelle commissioni affari generali e pari opportunità il testo definitivo fornisce la possibilità ai cittadini residenti da almeno due anni nel comune di Grottaglie di richiedere, indipendentemente dal loro sesso, l'iscrizione, ed avere quindi accesso "a tutti i procedimenti, benefici e opportunità amministrative di varia natura, alle medesime condizioni riconosciute dall'ordinamento alle coppie sposate e assimilate".

Ancora ambigua, invece, la posizione del Comune di Taranto (che ha patrocinato moralmente il Puglia Pride e dal giugno del 2014 ospita presso la Biblioteca Comunale Acclavio lo sportello del Centro di Ascolto LGBTQI e le attività promosse da Arcigay Taranto). A seguito delle dichiarazioni omofobe che il consigliere Cataldo Renna ha rilasciato lo scorso maggio, la bandiera arcobaleno non può essere affissa sul balcone centrale di Palazzo di Città: ennesima riprova dell'insensibilità delconsiglio comunale ionico. Il Sindaco Ippazio Stefano ha più volte manifestato la propria vicinanza alla comunità LGBT e la volontà di istituire il Registro delle Unioni Civili e, nel caso specifico, il desiderio di esporre nuovamente la bandiera, ma il Consiglio Comunale è composto per la maggior parte da individui contrari all'estensione dei diritti, che ignorano le difficoltà in cui vertono le famiglie omogenitoriali. Inquieta e spaventa la presenza di uno di questi individui nel Consiglio Regionale.

Anthony Kennedy, nella parte finale delle motivazioni della sentenza della Corte Suprema, che venerdì 26 giugno ha legalizzato i matrimoni gay in tutti gli Stati Uniti, ha scritto: "Nessuna unione è più profonda del matrimonio, dato che contiene gli ideali più alti di amore, fedeltà, devozione, sacrificio e famiglia. Unendosi in matrimonio, due persone diventano qualcosa di più grande rispetto a cos'erano prima, separatamente. Come hanno dimostrato alcuni dei querelanti in questo caso, il matrimonio implica un amore che può durare anche oltre la morte. Affermare che questi uomini e queste donne non rendono onore all'ideale di matrimonio sarebbe irrispettoso. Lo rispettano a tal punto che lo desiderano per sentirsi pienamente realizzati. La loro speranza è quella di non essere condannati a trascorrere la vita in solitudine, esclusi da una delle più antiche istituzioni umane. Chiedono di essere trattati davanti alla legge con la stessa dignità delle altre persone. La Costituzione dà loro questo diritto".

La parata del Puglia Pride 2015

"Solo chi ha stima di sé può offendersi. Solo chi interrompe l'offesa può affermarsi. Solo chi si afferma può essere visto e riconosciuto. Solo grazie all'orgoglio siamo arrivati fin qui. E da qui ripartiamo. Da casa nostra, tra il profumo degli ulivi. Mano nella mano, perché abbiamo capito che insieme siamo più forti, più rumorosi, più colorati, più accoglienti, più somiglianti alla nostra terra, da sempre ponte tra civiltà, incontro di mari e di venti, di suoni differenti. Se ti offende sapere che nella tua nazione ci sono persone che hanno gli stessi doveri delle altre ma non gli stessi diritti, vieni con noi a sentirti orgogliosi di te stessi: la luce della Puglia ti aspetta."

Nelle intenzioni degli organizzato (il Coordinamento del Puglia Pride, composto dalle otto associazioni fondatrici Arcigay Bari, Arcigay Bat, Arcigay Salento, Arcigay Taranto, ArciLesbica Bari, KéBari, TGenus e dalle numerose associazioni aderenti) sarà una festa dei diritti. Un corteo vivace e colorato che sfilerà il 4 luglio, per il centro della città di Foggia, fino a raggiungere piazza Cesare Battisti, dove si concluderà ai piedi del Teatro Giordano accogliendo testimonianze, interventi, riflessioni. Madrina d'eccezione dell'evento sarà la foggiana Vladimir Luxuria, che il 24 giugno ha compiuto i suoi primi 50 anni e vive questo momento "come un grande regalo". Per lei, infatti, "è un motivo di orgoglio pensare che quella stessa città che sbeffeggiava il suo orientamento sessuale durante la sua adolescenza – confida in conferenza stampa – oggi ospita una manifestazione come la parata finale del Puglia Pride, come segno tangibile di apertura e di crescita. Una città che – aggiunge – con il passare degli anni si è rivelata sempre più vivace e tollerante, mostrandole costantemente affetto".

Appuntamento in Piazzale Italia a Foggia, alle ore 17.30 di sabato 4 luglio, per la parata finale del Puglia Pride 2015, che attraverserà le strade del capoluogo dauno. A partire dalle ore 23.00, la Masseria Sant'Agapito, in contrada Santa Caterina a Lucera (FG) ospita il party di chiusura del Puglia Pride.

Le associazioni tarantine e baresi organizzano il viaggio di andata e ritorno in bus, con partenza da Taranto (piazzale antistante la Concattedrale) alle ore 14.00 di sabato 4 luglio e fermata a Bari (Largo Sorrentino) alle ore 15.15, al fine di raggiungere la città che ospita la parata del Puglia Pride. La partenza da Foggia per il rientro è prevista per le ore 22.00. Per info e prenotazioni, contattare: Luigi +39 346 622 6998 (Taranto) e Rosa +39 380 347 6051 (Bari).

Per visionare il calendario completo delle iniziative promosse dall'Associazione Culturale Hermes Academy Onlus – Arcigay Taranto, con il supporto della rete IsolArcobaleno nella provincia di Taranto ed oltre, consultare il sito www.hermesacademy.blogspot.it

 

Ultima modifica ilSabato, 04 Luglio 2015 17:23
Cinzia Marangella

"Sometimes you just need to look at things from a little different perspective and you will see the world through new eyes.

A volte hai solo bisogno di guardare le cose da una prospettiva un po' diversa e vedrai il mondo con occhi nuovi"

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up