Quando la solidarietà di estrinseca con l'utilità sociale

Tra i compiti e gli obiettivi dell'Amministrazione Comunale c'è da sempre quello di promuovere politiche di solidarietà e di aiuto per i soggetti più sfortunati e svantaggiati, che, a vario titolo, soffrono di situazioni economiche, sociali ed esistenziali particolarmente difficili.

Nel caso dell'iniziativa promossa dall'Assessorato alla Solidarietà e dall'Assessorato al Verde Pubblico, si intersecano sostegno sociale ed utilità verso la collettività.

In tal senso si connota la richiesta pervenuta presso il Comune da parte della Cooperativa Sociale "DIOGENE" del centro EPASS che ha proposto un progetto denominato "La piazza che vorrei....promuovere il cambiamento attraverso percorsi di cittadinanza attiva".
In sostanza la coop. Diogene ha chiesto di adottare piazza Verdi, candidandosi a migliorare esteticamente e rendere più fruibili e funzionali gli spazi in attesa che il patto di stabilità sblocchi le somme che il Comune ha intenzione di impegnare per il progetto di recupero del sito.

" La cerimonia di consegna simbolica – sottolinea l'Assessore alla Solidarietà, Aurelio Marangella -, avverrà giovedì 28 prossimo, alle ore 10, naturalmente in piazza Verdi, con la partecipazione anche delle scuole e degli asili della città, con l'obiettivo di creare un positivo interscambio socioculturale e che veda nell'attività dei ragazzi dell'Epass un modello e un esempio da seguire.

In effetti, un altro aspetto importante è la partecipazione attiva del Centro Diurno EPASS di Grottaglie, che, come è noto, è una struttura avente funzioni terapeutico e socio-riabilitative , la cui finalità è quella di migliorare la qualità della vita delle persone diversamente abili ed in situazioni di esclusione sociale.

Difatti, gli ospiti del centro diurno EPASS si occuperanno della piantumazione, messa a dimora e manutenzione di piccoli arbusti e fiori stagionali, oltre che di sistemazione e pitturazione delle infrastrutture esistenti.
Inoltre le attività dei ragazzi dell'Epass hanno trovato l'appoggio delle attività commerciali insistenti nell'area, che a vario titolo contribuiranno al progetto a cominciare da La Primula e la Gardenia.

Per l'Assessore al verde pubblico Giuseppe Guarini "questa interessante iniziativa costituisce una occasione importante di educazione ecologista tesa alla cura dell'ambiente e del verde, che, mi auguro possa essere emulata anche da altre Associazioni presenti sul territorio".


Per il Sindaco Ciro Alabrese, " la proposta della Cooperativa Sociale "Diogene" si inserisce a pieno titolo nel processo di partecipazione ed interazione tra cittadini con diverse esperienze di vita e tra questi e la Pubblica Amministrazione, che può e deve favorire in ogni modo tale interscambio".

Carmelo Antonazzo

Nel tempo dell'inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario.

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up