Il convegno sulle patologie sensoriali

Si è tenuto questo pomeriggio, presso la Chiesa del S.S. Rosario a Grottaglie il convegno "Le patologie sensoriali e le pluripatologie associate, criticità, bisogni, prospettive" organizzato da Vite da ColoRARE, Associazione Jonica Malattie Rare e Neurologiche Gravi, in collaborazione con l'ASL di Taranto.

Al convegno, fortemente voluto dal Prof. Massimo Quaranta, Presidente dell'Associazione,  hanno preso parte autorità del mondo politico, istituzionale, professionisti, dirigenti ed operatori sanitari che hanno offerto, ciascuno per le sue competenze, un contributo attivo sul tema delle malattie rare. L'evento ha riscosso, ancora una volta, un enorme successo di pubblico che con attenzione e passione ha seguito gli interventi dei relatori. Chi ha avuto il piacere, ma consentitemi di dire, anche l'onore di partecipare a questo incontro, ha potuto ascoltare politici, medici, professionisti che parlavano con il cuore. Nei loro interventi traspariva in modo evidente e raggiante quanta passione, amore e professionalità li spinge a combattere, giorno dopo giorno, una lotta per rendere meno grave la sofferenza dei pazienti e dei loro cari nell'inossidabile convinzione di poter sviluppare e valorizzare potenzialità e doti che la malattia non è riuscita a compromettere. Fatti concreti, storie, filmati, foto che hanno mostrato quanto la nostra regione sia impegnata e si impegnerà per farsi carico di queste patologie, ponendo Grottaglie e la Puglia all'avanguardia in Italia nel trattamento delle malattie rare. Questi uomini, grazie alla loro professionalità ed esperienza, offrono garanzie per un futuro dove non si parlerà più di malattie rare ma solo di malattie, per le quali ci saranno strutture e farmaci adeguati al loro trattamento. Un ringraziamento da tutti i partecipanti ad un uomo che con la sua caparbietà, forza, amore e costanza riesce ogni giorno a farci sperare, grazie Massimo Quaranta, oggi, 21 marzo 2015, si è aggiunto un altro colore in questo lungo e difficile percorso di vita.

Ultima modifica ilDomenica, 22 Marzo 2015 09:37
Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up