Logo
Stampa questa pagina

Ilva: la protesta dei lavoratori continua

Continuano le manifestazioni di protesta dei lavoratori delle imprese dell'indotto ILVA che oggi, oltre al presidio ad oltranza nell'aula consiliare del Municipio di Taranto, hanno bloccato la strada statale 106 ed Appia.

Se non ci saranno risposte certe I blocchi stradali riprenderanno lunedì per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla gravissima crisi che ormai ha assunto risvolti drammatici. Per ora nessuna certezza sul futuro dei lavoratori è giunta dal Governo. Le uniche certezze sono 3.000 lavoratori a rischio occupazione, 3.000 famiglie a rischio povertà, 8 mensilità non pagate, circa 200 milioni di debito dell'Ilva verso le imprese dell'indotto per lavori già realizzati, cosa ancor più grave, durante la gestione commissariata e in gran parte per interventi di bonifica ambientale.

I lavoratori ormai ridotti allo stremo, non sono più in grado di sostenere le loro famiglie e chiedono da un lato interventi immediati per sbloccare il pagamento degli stipendi e dal'altro un serio piano industriale per il rilancio dello stabilimento nel pieno rispetto della salute e dell'ambiente.

 

 

Ultima modifica ilVenerdì, 23 Gennaio 2015 21:33
Progetto realizzato da Cinetyk. Tutti i diritti riservati.