Progetto Botteghe di Mestiere: Bottega dell'acconciatura di Taranto di Casartigiani

Vere opportunità per i giovani questa la mission di Casartigiani Taranto, che nelle scorse settimane ha avviato il secondo ciclo delle bottega di mestiere: l'arte dell'acconciatura.

Il secondo ciclo del progetto botteghe di mestiere di Italia Lavoro, finanziato dal ministero del lavoro, è una iniziativa che punta alla valorizzazione dei mestieri artigianali e all'inserimento lavorativo di 20 ragazzi dai 18 ai 29 anni. Il primo ciclo che si è svolto l'anno scorso, ha coinvolto i primi dieci ragazzi che hanno avuto la possibilità di entrare nel mondo dell'acconciatura e di approfondire un mestiere sempre più apprezzato e sempre più specialistico nelle tecniche e nei prodotti utilizzati.

Il secondo e ultimo ciclo prevede l'inserimento di altri 10 ragazzi nelle otto aziende della provincia di Taranto partecipanti al progetto, per la permanenza di sei mesi di tirocinio retribuito.

Sia il primo che il secondo ciclo oltre a prevedere formazione on the job ha previsto anche 40 ore formative con lezioni frontali in materie trasversali, Sicurezza nei luoghi di Lavoro, Gestione e Organizzazione Aziendale, fase conclusa con grande successo dallo staff formativo che si concretizza nell'entusiasmo dei ragazzi, che hanno tutti espresso la loro voglia di mettersi a confronto con la realtàlavorativa.

Ora quindi i ragazzi sono chiamati ad operare e apprendere i segreti del mestiere direttamente nelle otto Aziende partecipanti: I Viennesi Gruppo Artistico Estetico, Diamoci delle arie di Rosanna Di Stano, Phoenix Acconciature di Gatto Antonio,
Axo Isabella, 
Gianni di Gaggio Canzio, 
Fantasie di Donne di Picuno Ada,
Parascandolo Cosimo, 
FP Parrucchieri dei fratelli Pecoraro; i quali intervista hanno risposto con un motto unico: "La nostra sfida? Trasmettere alle nuove generazioni le tante virtù delle professioni legate al lavoro artigianale che adesso rischiano di sparire ma che hanno sempre rappresentato la spina dorsale dell'economia italiana, la quale oggi potrebbe modernizzarsi proprio attraverso l'investimento nel talento, nel merito, nella libera iniziativa, nei mestieri a regola d'arte."

Ultima modifica ilSabato, 22 Marzo 2014 15:09
Carmelo Antonazzo

Nel tempo dell'inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario.

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up