On. Duranti: "Teleperformance: Il tavolo nazionale del 10 luglio si avvicina"

Mancano solo due giorni alla seconda parte del tavolo nazionale sulla vertenza Teleperformance di Taranto, che ricordiamo vedere a serio rischio oltre 2000 fra lavoratrici e lavoratori.

In questa ottica mercoledì scorso si è tenuto un incontro al MISE a cui hanno partecipato alcune associazioni di categoria e rappresentati di tre grossi call center italiani fra cui appunto l'Ad di Teleperformance.

Durante il vertice si sono affrontati anche i temi che a mio avviso sono i nodi centrali da sciogliere per garantire in toto i diritti dei lavoratori coinvolti, e cioè il pieno rispetto del 24 bis sulla delocalizzazione e soprattutto l'abbattimento del ricorso al massimo ribasso nelle gare d'appalto.

Purtroppo, però, dai rappresentati del governo sono nuovamente arrivate generiche rassicurazioni, come l'intenzione di praticare una "moral suasion" verso chi ricorre al massimo ribasso, così come d'altronde accaduto durante l'interrogazione che ho posto alla Ministra Guidi il 16 giugno scorso.

Tutto questo non basta, anche perché la dirigenza della Teleperformance continua con la linea di attacco ai sindacati e con richieste che esulano completamente i limiti contrattuali.

Come detto l'appuntamento del 10 luglio, dirimente per il futuro della provincia jonica, si avvicina.

Il Governo deve farsi carico di proporre soluzioni e percorsi concreti, assumendosi precise responsabilità al fine di raggiungere l'obiettivo di salvaguardare i posti di lavoro, le retribuzioni ed i diritti previsti dal CCNL, delineando un quadro normativo indispensabile per avere regole certe e precise per l'intero settore."

Carmelo Antonazzo

Nel tempo dell'inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario.

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up