Contro l'abusivismo in estetica al via le "Giornate della Bellezza"

Confartigianato Estetica, che rappresenta le imprese artigiane e le PMI operanti nel settore della bellezza nella provincia di Taranto, ha come mission principale quella di affiancare ed assistere gli operatori del settore, a maggior ragione in questo momento di forte difficoltà.

A tal fine, Confartigianato Taranto sta promuovendo in questi mesi una campagna istituzionale di lotta contro l'abusivismo nel settore estetica.

Lo scorso mese di luglio Confartigianato ha presentato un esposto scritto alla Guardia di Finanza, alla Agenzia delle Entrate, alla ASL ed a tutti i Sindaci della provincia ionica per denunciare una condizione lavorativa non più sostenibile nel settore del "Benessere", dove le imprese dell'estetica sono letteralmente schiacciate dal lavoro nero, forse più della crisi; sempre nell'esposto sono stati inoltre segnalati diversi nominativi di abusivi e le indagini procedono.

Nei giorni scorsi è stato anche richiesto l'intervento diretto e dovuto del Governo con il coinvolgimento sulla problematica del Prefetto di Taranto.

Il lavoro nero svolto a domicilio ed in ambienti non autorizzati è un grave rischio per la salute pubblica, è portatore di gravi malattie, danneggia e compromette seriamente la sana economia e la corretta occupazione di centinaia di imprese regolari, rispettose delle norme igieniche e fiscali.

Questa forma di concorrenza sleale sta colpendo la categoria sia economicamente che, ancora più doloroso, nella dignità professionale.

Con questa campagna contro l'abusivismo si intende soprattutto sensibilizzare la pubblica opinione ed a tal proposito, in questi giorni saranno presentate le diverse iniziative che si stanno mettendo in campo.

Per iniziare a restituire dignità ad un comparto martoriato dalla piaga dell'abusivismo, sono state promosse dall'Associazione le "giornate della bellezza", che si terranno giovedì 20 e mercoledì 26 novembre 2014.

Si tratta di una iniziativa semplice ma con un messaggio molto chiaro e forte da dare a tutta l'utenza: "Anche per la più semplice applicazione o prestazione sulla propria pelle è indispensabile affidarsi alle mani esperte dei centri estetici autorizzati operanti sul territorio. Gli abusivi giocano con la tua pelle e mettono a rischio la Tua salute!"

Le imprese di estetica che hanno volontariamente aderito a questa prima tornata dell'inizaitva, in aggiunta ad una prestazione a pagamento richiesta dal cliente, si impegneranno ad offrire unasola delle seguenti prestazioni in forma gratuita, a scelta del cliente: manicure – pedicure – pulizia del viso – pressomassaggio; assicurandone la fruizione ad almeno cinque clienti per giornata.

L'elenco delle imprese aderenti è consultabile presso la Confartigianato tel. 099336775 nonché sul sito www.confartigianato.ta.it .

Con questa iniziativa dimostrativa le estetiste autorizzate intendono valorizzare sempre più la professionalità del centro estetico e dell'estetista come specialista della bellezza e del benessere.

L'invito che viene rivolto alla utenza è quello di:

  • riflettere sulle gravi malattie che si possono prendere servendosi dell'operatore abusivo, problemi spesso irrimediabili e che non sono nemmeno coperti da assicurazione;
  • avvicinarsi agli istituti autorizzati e, magari fruendo anche dei trattamenti gratuiti omaggio che vengono di volta in volta messi a disposizione, comprendere i rischi che si possono evitare e soprattutto scoprire l'immensa professionalità che gli istituti in regola oggi offrono.

Si invita quindi la utenza tutta a contribuire a combattere l'illegalità diffusa sul nostro territorio, restituire valore e dignità a chi svolge con professionalità l'attività di estetista. Le imprese artigiane contribuiscono nel loro piccolo a dare occupazione e ricchezza al nostro territorio.

Carmelo Antonazzo

Nel tempo dell'inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario.

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up