Consiglio Comunale: in autunno arriva il salasso per TASI e rifiuti

Nel consiglio comunale, svoltosi in data 8 Settembre dalle ore 17, si è discusso di vari punti riguardanti l'Alenia, le varie tasse che dovranno sostenere i grottagliesi, come TASI, Tari e OIV.


Una volta eseguito l'appello, il consiglio comunale, ha avuto inizio con la parola data al sig. Chiovara (FI), che ha iniziato un dibattito sulle assunzioni dell'Alenia e sulla mala informazione rispetto alla divulgazione dei posti di lavoro disponibili per i vari grottagliesi, maggiormente per i giovani.
"Recentemente il vertice di Alenia Airmacchi - informa Chiovara - ha annunciato che a breve partirà un progetto per creare un bacino di lavoratori italiani che andranno gradualmente a sostenere la manodopera straniera attualmente impiegata a Grottaglie."


Prosegue il consiglier Chiovara, rivolgendosi direttamente al Sindaco Alabrese, richiedendo "quali azioni intende prendere per realizzare opportuni contatti con Alenia Airmacchi per conoscere i dettagli del nuovo progetto enunciato poc'anzi e inoltre se intende realizzare azioni per favorire la circolazione in modo chiaro e trasparente delle informazioni su tale opportunità occupazionale a favore dei cittadini partendo, a tal proposito, dalla creazione di uno sportello informativo sul sito del Comune di Grottaglie."


Il Sindaco ha risposto che bisognerebbe prendere provvedimenti nel pieno rispetto dei cittadini grottagliesi e che "seppur in parte" una risposta c'è stata, grazie agli avvisi attraverso agenzie che si occupano di assunzioni, infatti dopo circa quattro avvisi, si sono contati all'incirca 150/180 ragazzi selezionati per l'azienda Alenia Airmacchi.
"Io - dice il Sindaco - assieme al consiglier Chiovara e all'intero consiglio comunale sarò attento che avvenga una fase che potrà vedere una risposta più consistente con la prospettiva di passare alla realizzazione di molte più assunzioni per gli italiani nonché cittadini pugliesi."


Proseguendo nel consiglio, il sig. Santoro attraverso la sua interpellanza, del 5 Agosto, richiedeva informazioni circa l'OIV (Organo Indipendente di Valutazione), in particolare richiedeva il nome di chi occupa questo importante ruolo oggi, inoltre ha richiesto allo stesso la presenza nelle prossime adunanze nel consiglio comunale con alla mano una relazione sulle attività svolte presso il nostro comune.
Il sindaco in risposta all'interpellanza ha affermato che il ruolo dell'OIV nel periodo di Agosto, è stato ricoperto dal sig. Gagliano in seguito alla revoca del sig. Cassano mentre, in data odierna, a seguito di un contenzioso il ruolo è ricoperto nuovamente dal dott. Cassano.


Santoro, a questo punto, esprimendo il proprio dissenso verso il sindaco, fa notare la superficialità dello stesso nel trattare questa importante pratica che costituirà ulteriori costi legali e nella non risposta verso tutte le sue richieste tra cui lo stipendio percepito dal Presidente del Consiglio Comunale. Esprimendo infine il proprio dissenso verso il "saccheggio" sui cittadini grottagliesi per l'aumento delle tasse, il consigliere comunale Santoro abbandona l'aula.


Ad intervenire successivamente, nel consiglio comunale, è stato il sig. Gianfreda che ha discusso sui tre emendamenti precedentemente illustrati dal presidente, riguardanti: la riformulazione delle aliquote TASI 2014, per un gettito complessivo garantito in via presuntiva e quantificato sulla banca dati comunale di circa 2.630.000€, richiesta dal sindaco; l'applicazione della TASI per l'abitazione principale al 2(per mille) anziché del 2,5(per mille) per tutti coloro i cui redditi famigliari non superino la cifra di €10.000, richiesta dal sindaco; una ulteriore riformulazione della tabella contenenti le aliquota TASI, per un introito complessivo di 930.000€, da parte dei consiglieri Chiovara e Gianfreda.


"È strano che il Sindaco - spiega Gianfreda - per una questione di equità, alzi l'introito da 1.800.000€ a 2.630.000€. Bisognerebbe effettuare uno studio approfondito per intendere su quale criterio siano state stabilite queste aliquote. Sostanzialmente io ho ridotto del 50% ciò che aveva proposto in prima battuta la giunta, ovvero 1.800.000€."
"Uno sperpero di denaro è stato effettuato - dice Gianfreda - siamo a Settembre, e non si è vista ancora la raccolta differenziata, o meglio i bidoni sono stati comprati ma il cittadino non è stato nemmeno informato.
È necessaria una razionalizzazione della spesa, informando di tutto il cittadino."
Sugli stessi emendamenti interviene anche il consiglier Del Monaco, anch'esso non d'accordo con le proposte effettuate dal sindaco sulle tasse dei servizi indivisibili.

Risponde il consigliere Nisi ribadendo il fatto che vogliono far credere che il comune ruba ai poveri per dare ai ricchi e che il primo cittadino sia uno sceriffo che deve rimpinzare le casse già stracolme del comune quando è il federalismo fiscale "zoppo" voluto dall'alto; il consigliere quindi auspica che ci sia un vero federalismo poichè in base alle risorse di un territorio si possa fare un bilancio più equo per tutti.

Si tenga conto - prosegue il consigliere Nisi - che il governo centrale quest'anno non darà il ristoro dell'IMU sulla prima casa, che è il milione e mezzo di euro di cui parlava il consigliere Gianfreda in una sua intervista rilasciata poco tempo fa e quindi il Governo ha pensato bene di istituire questo nuovo balzello delegando all'ultima ruota di questo processo amministrativo la TASI, facendo sembrare loro i cattivi nei confronti dei cittadini.

Nel bilancio del 2014 ci sarà un minore accertamento per circa due milioni di euro e sempre grazie patto di stabilità saranno obbligati a chiudere il bilancio con un avanzo che è la cosa più aberrante, ma questo avanzo non andrà di certo al sindaco o ai consiglieri; ma servirà a far quadrare quello centrale. La manovra finanziaria che stanno facendo non è per colmare un ammanco di cassa in quanto ogni anno hanno un avanzo di cassa che supera i 10 milioni di euro, quindi il comune non ha alcun ammanco e non verte in alcun stato deficitario; ma perchè è una manovra voluta dall'alto.

Interviene il consigliere D'Alò chiedendo se sia possibile a questo punto l'aliquota del 2 per mille invece del 2,5 per mille per tutti coloro non superino i 10 mila euro di reddito; se sia possibile applicare un emendamento laddove nel regolamento della Tasi questo non veniva espresso, e cioè che si possa applicare in base al reddito un aliquota differente.

Risponde il segretario che leggendo il regolamento afferma che è possibile applicare tale riduzione; ma replica il consigliere D'Alò chiedendo che si tenga conto anche delle altre fasce di reddito, tipo chi percepisce un reddito di 10.100 euro o come chi percepisce 10.001 euro e deve pagare l'aliquota piena. Prosegue l'intervento del consigliere che chiede di porsi la domanda di che servizi offre il comune, in quanto pagando la TASI ovvero la tassa sui servizi dovrebbero avere dei servizi migliori, ma la qualità dei servizi che offrono sono carenti; e siccome carenti ed inefficenti dovrebbero restituire questi soldi ai cittadini; e chiede di fornire un resoconto ai cittadini su come questi soldi verranno spesi.

L'assessore Santoro prende la parola spiegando che l'integrazione di questa nuova tassa va a coprire il mancato introito del milione e mezzo di euro di rimborso IMU non erogato dal governo centrale; a tal proposito ricorda che nel nostro comune l'aliquota raggiungerà il 10,6 per mille per le seconde case, del 10,1 per mille per i suoli edificabili e del 2,5 per mille per le prime case. Sono coscienti del sacrificio che chiedono ai cittadini ma al momento non sono in grado di trovare soluzioni alternative ed è per loro una scelta sofferta.

Il consigliere Lacorte propone di installare delle lampadine a basso consumo, come fa una famiglia cosciente, per abbassare i costi e quindi non pesare ulteriormente sulle spalle dei cittadini.

Durante le espressioni di voto il consigliere Gianfreda lamenta il fatto che questa maggioranza ha solamente tassato il cittadino grottagliese a non finire per 6 milioni di euro; il consigliere Chiovara fa presente alla maggioranza del degrado in cui versa la città con le blatte, i topi e il verde inesistente, mentre il consigliere Del Monaco fa presente alla maggioranza che i servizi sono gestiti in maniera pessima e in maniera troppo esosa, vedasi la casa di riposo che 40 persone costano un milione di euro.

Gli emendamenti sulla TASI presentati dal sindaco con le aliquote del 2 per mille sopra citate vengono approvati.

SI procede alla discussione della TARI, la quale è aumentata del 35% spiega l'assessore Santoro, in quanto il costo delle spese variabili è aumentato, siccome è aumentato il costo del conferimento in discarica da 53 euro a circa 135 euro per tonnellata al quale si aggiunge il costo dell'ecotassa perchè Grottaglie non ha rispettato quella che era il previsto raggiungimento delle soglie della raccolta differenziata.

Per essere esclusi dal pagamento dell'ecotassa, entro novembre bisogna raggiungere il 6% in più.

Il consigliere Gianfreda fa notare alcuni accorgimenti per poter risparmiare, tipo mettere delle lampadine a basso consumo, sostituire condizionatori con pompe di calore abbattendo i costi del 40% e ribadisce il fatto che se anni fa si fosse iniziato con la raccolta dell'umido porta a porta questo problema ad oggi non sarebbe esistito.

Il consigliere Lacorte invece fa notare come nel documento ci sono dei dati errati tipo si parla di 6 ospedali quando Grottaglie ne ha solo uno, 4 pompe di benzina quando ce ne sono di più e questo implica dei costi diversi che verranno poi distribuiti ai cittadini, e quindi si continuano ad elaborare tariffe su presupposti palesemente falsi e sbagliati, di conseguenza il consigliere segnalerà questa cosa a chi di dovere visto che si sta superando la misura con i cittadini grottagliesi e col consiglio comunale.

Il Consiglio comunale si conclude alle ore 00.30.

 

Per consultare le tariffe vedi allegato.

Ultima modifica ilVenerdì, 12 Settembre 2014 13:30
Carmelo Antonazzo

Nel tempo dell'inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario.

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up