Decreto Franceschini e "Copia Privata", aumenti in arrivo.

E' stato pubblicato il 7 luglio scorso in Gazzetta
Ufficiale, il "decreto Franceschini" che aggiorna le quote per la cosiddetta "copia
privata", ovvero gli importi che, secondo una Legge del 2003 devono essere
applicati a spese dei fabbricanti ed importatori di memorie di massa (chiavette usb, dvd, smartphone, tablet e computer). Dopo mesi di rinvii e
polemiche il decreto entra in vigore. Sono previsti aumenti delle tariffe secondo un modello che richiama quello francese. In alcuni Stati, tipo Spagna, Gran Bretagna ,
Germania e Francia, gli importi sono già da tempo più alti rispetto a quelli italiani. Soddisfatti artisti come Francesco Guccini, Paolo Conte, Caterina
Caselli e Dori Ghezzi. Bisogna tutelare i diritti di autore o ne risentirebbero
la cultura italiana e la creatività degli artisti. Scontenti invece i consumatori che pagheranno ad un prezzo superiore i prodotti tecnologici. Ricordiamo che la copia derivata da un originale può essere usata solo per uso personale. La contraffazione è un fenomeno attualmente gravissimo.
Ed è reato.

Gabriella Miglietta

Una voce in più per la cittadinanza

Email: [email protected]

Devi effettuare il login per inviare commenti

Log In or Sign Up